Il 18 giugno alle ore 9 al circolo arci di Santa Maria di Empoli in via Livornese, 48 avrà luogo uno dei tanti eventi che SFYN (slow food youth network condotta di Firenze) organizza nella provincia di Firenze. Con Francesca Calvi ci sarà un’introduzione alle farine del mulino Gasparri, si evidenzieranno le caratteristiche della farina, le differenze di forza (dal w280 al w380), l’idratazione, la maturazione/amilasi e la fondamentale lievitazione. Francesca è una giovane pizzaiola nata ad Empoli molto nota e preparata, che fa della sua passione anche uno stile di vita; dopo tanta gavetta ora ricopre il ruolo di responsabile pizzeria presso il locale “Ai Banchi del Mercato Centrale”, che si trova nel centro commerciale i Gigli a Campi Bisenzio.

Durante il corso si parlerà anche di “Cos’è il glutine” e poi insieme alla pizzaiola ci sarà modo di preparare l’impasto, di stenderlo e di occuparsi poi accuratamente della cottura, parte fondamentale del processo. Al termine di tutte le attività seguirà il pranzo.

L’evento nasce, come i tanti altri organizzati da questa associazione, dalla volontà di sensibilizzare sui tanti aspetti dell’alimentazione. In questo caso in particolare si parla dei Cereali. I quali rappresentano la coltura maggiormente diffusa nel mondo e il cibo quotidiano di miliardi di persone. La selezione e l’incrocio delle migliori piante ha sempre avuto come obbiettivo raccolti migliori e costanti nel tempo, ma nel XX secolo il fabbisogno di cereali è diventato più impellente spingendo la ricerca a trovare varietà, tecniche e modalità di coltivazione in grado di garantire una maggiore produttività. Per mantenere alti i livelli di produzione si è fatto un ricordo sempre più spinto alla chimica di sintesi, depauperando progressivamente i suoli e la loro fertilità, distruggendo l’enorme biodiversità presente nel sottosuolo, dove una miriade di microorganismi unicellulari e altri piccoli esseri viventi contribuiscono a rigenerare l’ecosistema e ripristinare la capacità produttiva della terra. Per non compromettere definitivamente questo patrimonio occorre guardare al futuro con un occhio al passato, alle sue buone pratiche e alla loro capacità rigenerativa. Un esempio su tutti ci è dato dal ritorno da alcuni anni alla coltivazione dei “grani tradizionali” o vecchie varietà locali.

Per info e prenotazioni contattare Virginia: 3332530419 o visitate la pagina instagram https://www.instagram.com/sfynfirenze/

close

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy

Rispondi