I turisti stranieri tornano in Italia e trainano la ripresa di un settore che è tra quelli che ha sofferto di più nei due anni di pandemia. Secondo un’indagine di Federalberghi, Nexi e Zucchetti le previsioni riguardo la stagione estiva sembrano incoraggianti. Già nel mese di maggio c’è stato un +33,4% rispetto allo stesso periodo nel 2019, nel mese di Aprile invece c’è stata una timida ripresa dei turisti italiani mentre gli stranieri erano ancora più restii ad uscire dai confini dei propri paesi. Uno dei dati che emerge, ci rivela l’indagine, è il desiderio degli americani di tornare in Italia, le ricerche effettuate online riguardanti le vacanze nel Bel Paese infatti sono soprattutto degli statunitensi.

Grazie ad un’altra indagine condotta da Cna Turismo e Commercio sappiamo inoltre che a giugno le città d’arte e i borghi sono stati letteralmente presi d’assalto dai turisti esteri, sono stati raggiunti anche in questo caso dati più alti del 2019, ultimo anno pre-pandemico. Ben nove milioni le presenze straniere, che si dividono in sei milioni di europei e tre milioni extra-europei. Due terzi di questo flusso turistico ha preferito pernottare in strutture alberghiere, mentre la restante parte ha optato per agriturismi e bed & breakfast. Come sempre Roma, Venezia, Milano, Firenze e Napoli da sole sono state le catalizzatrici del turismo di giugno, ma di tutto rispetto anche i numeri di altre città come Ravenna, Torino, Perugia, Genova, Palermo, Bari, Matera e Pesaro.

Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi ha spiegato – ” Confidiamo che la seconda parte dell’anno consenta di lenire almeno in parte le ferite inferte alle imprese da due anni tragici, che vogliamo al più presto metterci alle spalle”.

Dall’analisi di Zucchetti e Lybra.tech le destinazioni preferite dei turisti riguarderanno anche il turismo balneare, con le spiagge venete e la riviera romagnola che sicuramente attirano costantemente soprattutto per la loro efficiente organizzazione nell’intrattenimento per grandi e piccini, ma Costa Smeralda, Isola d’Elba, Costiera Amalfitana, Sicilia e non solo, saranno sicuramente mete prescelte da tantissimi vacanzieri italiani e non.

Importante sottolineare che sono in ripresa anche le spese dei turisti secondo l’analisi della Paytech di Nexi – “Il turismo uno degli asset fondamentali per l’economia del nostro Paese conferma come gli strumenti di pagamento digitale siano scelti da un numero sempre maggiore di esercenti e cittadini che li preferiscono per la comodità, la sicurezza e la velocità che garantiscono” – afferma Enrico Trovati direttore Merchant Services & Solutions dell’azienda che offre servizi per il pagamento digitale.

close

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy

Rispondi