Con 25700 abbonati, l’attestato di fiducia dei sostenitori gigliati alla nuova società è evidente. Rossorubino ha comunque chiesto un giudizio sul mercato della Fiorentina a quattro rappresentanti del tifo viola.

Federico De Sinopoli, Presidente Associazione Tifosi Fiorentini: “L’ho trovato positivo, anche la conferenza stampa della dirigenza è stata molto esauriente spiegando la logica di alcune scelte. Lo trovo positivo perché so quali erano le difficoltà in cui hanno dovuto agire. Il giudizio su alcuni giocatori è soggettivo ma abbiamo la possibilità di vedere calciatori importanti come Pedro, per non dire di Ribery. Due nomi ma ci sono anche gli altri. A differenza del passato, oggi prendiamo dei giocatori e tutto viene fatto in prospettiva. È un anno zero da valutare in questa ottica. La società è stata molto corretta. Abbiamo recuperato del pubblico e questo è importante. Vedremo in corso d’opera. Montella può piacere o no, ma io credo che tutte le scelte di mercato siano state condivise con Pradè; sta quindi a lui fare il meglio possibile perché è chiaro che l’allenatore è sempre il primo che paga. La Fiorentina non ha un piazzamento d’obbligo da centrare e questo lo può aiutare. Domenica anch’ìo avrei fatto delle scelte diverse rispetto a quelle del tecnico ma il calcio è bello anche per questo. Montella è stato anche un grande centravanti e sta facendo le sue valutazioni. Quest’anno è tutto molto chiaro”.

Filippo Pucci, Presidente Associazione Centro Coordinamento Viola Club: “Un mercato che nasce in fretta e furia. La proprietà è arrivata soltanto a giugno quindi è comprensibile che non possa essere stato fatto tutto. Siamo comunque in linea per gettare le basi per i prossimi anni. Prendiamo quindi tutti i lati positivi di questa campagna di mercato a cominciare da Ribery. Certo, si può sempre fare meglio ma come partenza va bene. A chi già contesta Montella dico che nascere e volare è difficile, rispetto all’anno passato è cambiata tanto la formazione quindi ci vuole un minimo di rodaggio per qualsiasi allenatore”

Maurizio Bertini, Presidente Viola Club Fantechi Ciuffi: “Lo giudico in maniera abbastanza positiva considerando il tutto. Pensando che il nuovo proprietario si è inserito a giugno e Pradè doveva sfoltire una rosa di più di settanta giocatori e quindi aveva un lavoro abbastanza gravoso. Noi abbiamo molti giovani che avranno sicuramente un futuro, supportati da giocatori di livello, di una certa età che faranno da chioccia ai più giovani. La squadra andrà aspettata, sappiamo che sarà un anno di transizione essendo stata rifondata la Fiorentina. La sconfitta con il Napoli la si potrebbe comunque definire bella per come è stata la prestazione invece a Genova non si è giocato bene ma questa era una squadra incompleta. Montella non ce l’aveva a disposizione, ha dovuto attendere gli sviluppi del mercato. Su Montella non scherziamo, io credo che sia da valutare nelle prossime partite, il mercato incombeva giornalmente, gli mancavano dei giocatori, a Genova ha giocato con quattro primavera. Tra cinque-sei domeniche valuteremo Montella, adesso non è possibile. Sulla campagna acquisti ho qualche dubbio sul fatto che sia stato acquistato un altro centravanti forte ma giovane come Pedro; sono infatti convinto che Vlahovic diventerà un ottimo centravanti e mi dispiace così che si troverà in competizione con un ragazzo poco più grande di lui. Io avrei preferito un altro attaccante più esperto”.

Alessandro Cei, Presidente Viola Club Ponte a Greve: “Sono soddisfatto del mercato perché secondo me non poteva essere diverso da questo visto che la nuova proprietà ha cominciato a lavorare con grandissimo ritardo rispetto alle altre società. Ci sono stati acquisti mirati con giocatori di esperienza di campionato. Tutti titolari, non scommesse come accadeva con la precedente gestione. Per quest’anno può bastare poi il percorso è ancora lungo per diventare una squadra ambiziosa come vorrebbe Rocco. L’unico problema a breve sarà quello dell’allenatore perché Montella non è più in grado di guidare squadre in lotta per l’Europa. Non so se in questo campionato la Fiorentina ce la farà ma in futuro credo e spero che i nostri viola saranno costantemente nelle posizioni di vertice della classifica”.

Foto articolo, profilo facebook Associaizone Tifosi Fiorentini

close

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy