Amatissime, ricette di famiglia da una Tenuta in Toscana [VIDEO]

Torna alle stampe il libro di Giovanna Folonari “Amatissime. Ricette di famiglia da una Tenuta in Toscana”, che racconta i segreti culinari, l’arte dell’accoglienza e le tradizioni autentiche di una grande famiglia del vino.

0
368

L’occasione della riedizione del ricettario “Amatissime. Ricette di famiglia da una Tenuta in Toscana” sono i 60 anni di matrimonio dell’autrice con Ambrogio Folonari, decano dei viticoltori italiani.

Giovanna Folonari ha trasformato l’arte dell’accoglienza e della tavola nel vero fil-rouge della sua vita, aprendo le sue case agli amici e dando vita a corsi di cucina per appassionati e neofiti nella seicentesca cornice della Villa di Nozzole. Proprio in queste occasioni, dalla curiosità di amici e allievi che desideravano cimentarsi con i menu di Giovanna, è nata la prima idea di realizzare un libro di cucina in cui raccogliere il patrimonio di emozioni e ricordi.

Giovanna e Angelica Folonari

“Io sono una cuoca e me ne vanto, mia mamma me lo ha insegnato ma anche in casa Folonari c’erano grandi cuoche come la balia di mio marito e ho molte amiche brave a cucinare, in questo libro c’è un mix di queste cose”, racconta Giovanna Folonari.

La prima edizione del libro ha fissato su carta le ricette familiari un tempo scritte a mano, i nuovi esperimenti, i menu per gli amici più cari, le tradizioni culinarie dei territori più amati, dando vita ad un vero e proprio viaggio attraverso la storia della famiglia Folonari e la cultura italiana della tavola. Le influenze spaziano dalle tradizioni nordiche delle origini di Giovanna, alla Brescia di Ambrogio fino alla cultura vinicola e culinaria delle colline del Chianti, terra d’adozione della famiglia.

“Grazie alle ricette e al grande entusiasmo di mia madre abbiamo potuto partecipare a una grande convialità, abbiamo sempre avuto la casa aperta, con cene organizzate all’ultimo momento e con 20 persone. Ci ha permesso di rafforzare i nostri rapporti di amicizia”, spiega la figlia Angelica Folonari.

La riedizione è stata curata dalla figlia Angelica, su indicazione della madre Giovanna che l’ha voluta fedele alla prima nei contenuti. Si presenta con una veste grafica più moderna ed è arricchita con meditati consigli per l’abbinamento con i vini della Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute.

“Queste ricette le ho fatte fotografare dopo averle preparate e voglio che vengano fotografate al naturale, così come le faccio io, in modo che possano essere realizzate alla stessa maniera”, precisa Giovanna.

Completano il volume 12 menu nei quali viene riproposta una scelta di ricette che seguono la stagionalità, perché, come dice Giovanna: “Nel Chianti le stagioni fanno da cornice alle tavole imbandite, regalando colori e profumi di un paesaggio unico al mondo”.

 

È in Toscana, infatti, che Ambrogio e Giovanna hanno posto le radici della loro famiglia, ed è qui che è nata la Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute che comprende le aree più vocate della regione, dalla Tenuta di Nozzole e le Tenute del Cabreo nel Chianti Classico, alla Tenuta La Fuga di Montalcino, fino alle Tenute di Campo al Mare a Bolgheri e Vigne a Porrona in Maremma.

Nelle tenute sorgono anche cinque strutture di accoglienza: la seicentesca Villa di Nozzole, le dimore di lusso Casavecchia di Nozzole nel Chianti Classico, La Fuga a Montalcino e i due Relais di Charme Borgo del Cabreo e Pietra del Cabreo. Anche questi ultimi nascono dell’estro di Giovanna e dalla sua capacità di vedere la bellezza di un antico borgo e di un rustico e valorizzarla creando delle strutture di ospitalità dall’allure unica.